Cosa vedere ad Helsinki in un weekend

 

 

Helsinki è una città vivace e piacevole, dove al primo raggio di sole le persone escono in strada e affollano tavolini dei bar, parchi pubblici e panchine per ascoltare la musica degli artisti di strada, per bere una birra o, semplicemente, per chiacchierare!

Arriviamo ad Helsinki con la nave da Tallin e appena arrivati al porto “sbattiamo contro” il grande senso civico finlandese.

Usiamo questo termine perché fare i conti con il rispetto per l’ambiente, per le persone, per la collettività che abbiamo trovato in Finlandia, spesso ci fa sentire distanti da quella civiltà. Ed è un peccato, considerato quanto ben sfruttino le loro risorse e quante, talvolta, ne sprechiamo noi.

Tram, parchi pubblici, servizi per la collettività sono a livelli altissimi e il rispetto per tutto ciò che è pubblico si percepisce con chiarezza…

Arrivati in centro dal porto con il tram numero 9, constatiamo che i punti di interesse turistico sono pochi, tutti lungo la Pohoiesplanadi, la grande strada che finisce al Kauppatori, il vivace e divertente mercato cittadino.

 

Cominciamo proprio da qui a raccontarvi le cose da fare e da vedere nella capitale finlandese.

 

 

 

 

 

 

Pranzare al Kauppatori:

Il mercato è da sempre uno dei primi luoghi, se non il primo, dove andiamo a curiosare per iniziare a conoscere una città. Mai come ad Helsinki questo è il modo migliore! Il grande mercato coperto e l’ancor più grande area esterna pullulano di bancarelle e di tavolini, piene di cittadini che passano lì la loro pausa pranzo. Basta scegliere il banchetto, ordinare del cibo, sedersi e cominciare a chiacchierare! 

Ad Helsinki troverete persone sorridenti, curiose e disponibili a parlare. Ovviamente tutti parlano in inglese, e non ci saranno problemi per comunicare!! Il mercato coperto – il Kauppahalli - posto in un’antica costruzione accanto alla piazza del mercato all’aperto, è una bella struttura dove all’interno si susseguono piccoli negozietti che vendono qualsiasi genere alimentare: dal pesce alle verdure; dalla carne ai dolci. La maggior parte ha anche un piccolo spazio dove potersi sedere e consumare un ottimo pranzo.

La parte esterna del mercato è la più vivace: travolti dai profumi del cibo che sfrigola, potete scegliere l’immancabile salmone alla piastra, servito con verdura e patate, oppure le polpette di renna, altra pietanza consumata con frequenza, oppure le zuppe di salmone o di verdure. Tutto accompagnato da una Lapinkulta, la birra finlandese di produzione lappone!

Un pasto al Kauppatori costa meno di 15€ e, credeteci, è un prezzo irrisorio rispetto agli standard altissimi della Scandinavia.

 

    

 

Contare i gradini che portano alla Tuomiokirkko:

La Tuomiokirkko è la Cattedrale luterana di Helsinki. Svetta nel suo candore dall’alto di un piccolo rilievo proprio sopra la piazza del Senato. La si nota fin dal mare, se si arriva come noi, in nave. Risale alla prima metà dell’Ottocento e venne costruita in alto, come simbolo di superiorità della religione. La struttura è grande ed elegante, mentre l’interno, in stile luterano, è spoglio ed essenziale. Oggi rivaleggia per bellezza con la Cattedrale Ortodossa, posta su un altro rilievo proprio di fronte.

 

   

 

 

Contemplare le icone della Cattedrale Ortodossa Uzpenski:

La rivale per altezza e bellezza della Luterana è la Cattedrale Ortodossa. La più grande Chiesa ortodossa fuori dalla Russia è bella sia all’esterno che dentro. L’esterno è marrone che si fa ocra grazie ai raggi del sole estivo della tarda sera. Le guglie sono sovrastate dalle cupole a cipolla e l’interno è quello più classico delle Chiese ortodosse: icone sullo sfondo, affreschi lungo le colonne e le pareti e un senso di misticismo che si respira chiaramente. Durante la nostra visita, un gruppetto di donne con foulard in testa e larghe gonne stava pregando proiettandoci per un attimo nelle chiesette della steppa russa…

 

Per inciso, ma non ditelo a nessuno, tra le due Chiese ci è piaciuta di più questa!

 

 

   

 

Visitare la Suomenlinna:

E’ l’isola-fortezza nella baia di Helsinki, ad un quarto d’ora di navigazione dal Kauppatori. Il collegamento, fornito dall’efficientissimo servizio pubblico, parte dalla piazza del mercato e al costo di 5€ (andata e ritorno) vi porta all’attracco principale di questa isola, 800 abitanti e un vento freddo tagliente ed incessante. Poco male, su Suomenlinna abbiamo trovato i caffè più piccoli e deliziosi del nostro viaggio in Finlandia (oltre al Korvapuusti più buono, ma questa è un’altra storia!)

L’isola, che in realtà è composta da tre piccole isolette unite da ponti, è un enorme complesso militare costruito dal Regno di Svezia nel 1748 per difendersi dagli attacchi dei Russi  ed è inserito dal 1991 nell’elenco dei patrimoni dell’Umanità Unesco. Oggi si passeggia nei cunicoli dei forti, tra le piazze d’armi battute del vento e soprattutto, dopo una piacevole passeggiata di un paio di chilometri, sui bastioni a picco sul mare.

 

   

 

Lungo la pare più esposte al mare, il vento è penetrante, pungente e a tratti è difficile rimanere in piedi. Inimmaginabile la vita dei soldati di guardia o durante qualche cannoneggiamento.

Tutto il perimetro infatti è punteggiato dai pesanti e potenti cannoni utilizzati dall’esercito Russo durante la guerra di Crimea, sotto i quali vennero ricavate alcuni stanzoni scavati nella roccia. Erano degli arsenali zeppi di munizioni. Non dev’essere stata una condizione comoda, quella del soldato seduto sopra…

A proposito: i russi riuscirono a conquistare la fortezza nel 1808 e, a loro volta, la utilizzarono in più occasioni fino a quando la Finlandia si dichiarò indipendente.

 

   

 

Quando visiterete Suomenlinna passeggiate lungo i bastioni fino al King’s Gate, sedetevi per terra o su uno dei seggiolini un po’ arrugginiti dei cannoni e guardate il mare. Anzi: respirate il mare perché il vento ve lo incollerà sulla faccia. Si ha come la sensazione di essere arrivati in fondo a qualcosa…

Dopo un bel po’ di freddo di piena estate, val la pena trovare riparo in uno dei piccolissimi caffè dell’isola.

Noi abbiamo pranzato al Piper Cafè, dove in un buon buffet si possono trovare ottime soluzioni sia per adulti che per bambini. Per una semplice merenda in un ambiente delizioso e curati in ogni dettaglio vi suggeriamo il piccolissimo Cafè all’interno del Lelumuseo, il piccolo e magnifico Museo dei Giocattoli antichi che si trova sull’isola.

 

   

 

Sull’isola si trovano altri 5 musei (e un sottomarino!) che aprono tutti alle 11. Regolatevi quindi sui tempi di imbarco ad Helsinki. Essere a Suomenlinna troppo presto potrebbe non valerne la pena.

 

Tenete presente che la visita all'isola vi occuperà un'intera giornata.

 

Comprare un caffè e un Korvapuusti e sedersi in un parco ad ascoltare la musica:

Il Korvapuusti è il dolce tipico finlandese. Per la verità si trova anche nel resto della Scandinavia, ma con nomi diversi. E’ il rotolo di pasta farcito con una crema alla cannella. Una delizia irrinunciabile!

 

   

 

Compratene uno e sedetevi in un parco, appena spunta un raggio di sole. Vedrete una città rinascere e fiorire. Sarà come osservare un bocciolo di un rosa aprirsi e prendere forma e colore. Una ventata di vivacità ed allegria che non potrà lasciarvi indifferenti!

  

   

 

 

Passeggiare, guardare le vetrine e gli artisti di strada:

Dall’ampio parco intorno al Kiasma, fino al Kauppatori, passando per l’Esplanadin Puisto, è un continuo susseguirsi di artisti di strada. La maggior parte di loro suona, ma qualcuno anche intrattiene il pubblico con spettacoli di giocoleria o, quello che maggiormente incanta i bambini, le bolle di sapone giganti.

 

   

 

Quando percorrete Pohjoisesplanadi date un occhio alle vetrine dei negozi di design. Ce ne sono molti e in ognuno troverete oggetti artistici meravigliosi. Se la vostra carta di credito regge il trauma, potreste anche comprarne, altrimenti – come noi – limitatevi ad osservare! 

 

   

 

 

Qualche informazione pratica:

Helsinki, come tutto il resto della Finlandia, ha un tenore di vita altissimo e, di conseguenza, prezzi davvero impegnativi. Una colazione in quattro può arrivare a costare anche 35€, mentre una cena supera tranquillamente i 100€ per una portata a testa!

Già abbiamo detto, e ribadiamo, che un'ottima alternativa per mangiare bene contenendo i costi, è il mercato. Sia il mercato all'aperto che quello chiuso offrono pietanze di ottimo livello intorno ai 15€

 

 

Per dormire abbiamo scelto una soluzione buona e tra le più economiche: Omena Hotel.

Si tratta di una catena di hotel finlandese: si prenota online, si paga con carta di credito. Il giorno prima dell'arrivo vi verrà inviata una mail e un sms con un codice numerico per accedere sia all'hotel che alla vostra camera. La particolarità di questo hotel infatti è la mancanza di personale: non c'è reception, non ci sono addetti!

Può sembrare strano, ma vi assicuriamo che tutto funziona perfettamente! Le camere sono piccole, ma c'è tutto l'essenziale. Prezzi intorno ai 75€ a notte, per camera.

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Seguici su

 

Qualche suggerimento enogastronomico

Le nostre recensioni ...

Facebook Box

 
 

Scrivici