Viaggio tra i sapori dell'Alto Adige

 

Entrare in una stube altoatesina è, secondo noi, sempre un grande piacere.

Sarà la casetta con i suoi interni completamente in legno, sarà la stufa tradizionale pronta a scaldare le giornate invernali, o forse le finestrelle addobbate da tendine bianche e rosse con i gerani all’esterno, ma comunque la sensazione che si prova è di calore, accoglienza, condivisione.

Un ambiente così scalda il cuore, come i centritavola con le candele che bruciano e qualche decorazione in feltro, addobbata con aghi di pino o fiori del bosco; l’attenzione per i dettagli è una caratteristica che accomuna tutti i locali pubblici di queste zone. E i dettagli sono importanti anche nel cibo, nelle preparazioni e nelle presentazioni, nonostante i piatti siano di origine contadina e povera.

Vi raccontiamo quindi una  sequenza di portate, in un ideale ordine dal primo piatto al dolce, che abbiamo provato e che vi suggeriamo di non perdere se viaggiate in Alto Adige.

 

  l'interno della Malga Berger  

 

   

 

 

Canederli

Nascono come piatto povero per diventare oggi il re della cucina Sudtirolese. Sono delle palline di pane (di solito avanzato) farcite con cubetti di speck e spezie. Si possono servire in brodo, oppure conditi con pomodoro o semplicemente con il burro. Nel corso del tempo se ne sono creati moltissime varianti: alle erbe; agli spinaci; con il formaggio; con le noci.

Sono un primo piatto, ma spesso vengono utilizzati anche come contorno dei piatti di carni rosse molto saporite (tipo il gulash). Non si può lasciare l’Alto Adige senza aver prima mangiato almeno un piatto di knödel!

 

 

 

Spätzle

Altro famoso primo piatto di tradizione tirolese, gli spätzle sono gnocchetti di farina e uova. In realtà, non esistendo il “primo piatto” come da tradizione italiana, anche questi gnocchetti vengono spesso utilizzati come contorno per le carni, oppure come piatto unico condito con il tipico formaggio grigio o i funghi. Una variante molto utilizzata è quella agli spinaci, impastati insieme alla farina. Altro piatto da provare se siete da queste parti!

 

     

 

Gulash

Classico della cucina mitteleuropea, è uno stufato di carne e verdure preparato come una zuppa. La versione altoatesina è di manzo, non è piccante ed è accompagnata da molto molto sugo. Per questo motivo viene di solito servito con canederli o spätzle da intingere.

Se fa troppo caldo preparatevi ad una lunga lotta per la digestione…oppure accompagnatelo da abbondante birra fresca!

 

   

 

Speck

In Alto Adige c’è solo l’imbarazzo della scelta! Andate sul sito del consorzio dei produttori di speck, scegliete una rivendita e assaggiate! Potete provare le diverse stagionature, i diversi livelli di affumicatura, oppure potete assaggiare il fiocco o la pancetta. Si insomma, un tripudio di gusti e sapori diversi (ci perdoneranno i vegetariani…).

Lo speck viene proposto ad ogni occasione ed in ogni momento della giornata, compresa la colazione. Se ad una malga ordinate una “merenda tirolese” vi arriverà sicuramente anche un tagliere di speck. Di solito si accompagna con il pane nero a fette, spalmate con un velo di burro (anche quello, rigorosamente di malga).

Un piatto classico e molto frequente in Tirolo sono le patate rosolate, sulle quali vengono cotte tre uova all’occhio di bue con sopra fette di speck in abbondanza. Un piatto squisito che smaltirete con un paio di salite sui sentieri.

 

   

 

 

Wurstel e salsicce di ogni genere

Non c’è nulla da raccontare sui wurstel e sulle salsicce dell’Alto Adige! Se li comprate nelle macellerie locali, non c’è alcun rischio che siano industriali e quindi potete essere certi di mangiare un ottimo prodotto.

I wurstel di qualsiasi tipo (Frankfurter; Weisswurst; Currywurst; Bratwurst…eh già…ci sono molti tipi di wurstel!) sono sempre accompagnati da patate arrostite, rosolate o fritte e da abbondante birra.

 

   

 

Pane e patate

…e qui si apre un capitolo infinito, soprattutto per gli amanti dei carboidrati!

Le patate e il pane da queste parti sono una meraviglia indescrivibile finché non la si prova.

Il tubero che noi consumiamo per lo più fritto, qui viene invece preferito rosolato in padella, tagliato a fettine e saltato con il burro. Ideale per accompagnare la carne o le uova.

Ma le patate possono essere proposte in mille altri modi: cotte al forno intere e, se piccole, anche con la buccia; arrostite, oppure a zuppa.

Altro capitolo squisito riguarda il pane. Se entrate in un panificio in Alto Adige non resisterete. Il pane può essere bianco o nero e ognuno dei due tipi può essere proposto in mille varianti: ai cereali, con i semi di sesamo, di finocchio, di papavero, aromatizzato, morbido o croccante, al miele, alle spezie, fino ai celeberrimi bretzeln.

Insomma, qui c’è pane per tutti i gusti e per tutte le occasioni. Inoltre, legato al pane ci sono precise tradizioni: il pane nero è più consumato di quello bianco e si taglia a fette spalmato di burro, per mangiarlo con lo speck o con le marmellate fatte in casa

 

Fiori di sambuco fritti

Un piatto nuovo anche per noi che frequentiamo l’Alto Adige da un po’ di tempo!

I fiori di sambuco vengono utilizzati spessissimo in montagna: per i succhi, per le marmellate, per le gelatine. Mai però li avevamo mangiati pastellati e fritti, accompagnati da una salsa alla vaniglia. Se li trovate, non fateveli sfuggire!

 

   

 

Torte, e dolci vari

Le pasticcerie dell’Alto Adige sono un tripudio di colori e soprattutto sono “tante”!

Tanta è la varietà, ma “tanta” è la grandezza delle fette che vi verranno servite; se amate i dolci quindi, per voi sarà una festa.

Le classiche torte che troverete sono la Sacher, di origine viennese ma diffusa anche il Südtirol, la Linzertorte di pastafrolla e nocciole, la torta di grano saraceno e marmellata di lamponi e il famoso rotolone farcito di panna e fragole o frutti di bosco. Oltre naturalmente allo Strüdel, con una piccola particolarità: mentre in Trentino lo troverete di pastasfoglia, in Alto Adige viene invece fatto con la pastafrolla. Che preferiate uno piuttosto che l’altro, sarà sempre una soddisfazione!

 

   

 

Un altro tipico dolce da provare assolutamente, che spesso per la sua abbondanza sostituisce il pasto, è la kaiserschmarren: di origine tirolese si tratta di una frittata dolce fatta con un impasto molto simile alle crepes, accompagnato da una marmellata di mirtilli o da una salsa alla mela. 

Se cercate sollievo dal caldo, accompagnate il vostro dolce con un succo naturale di sambuco o ribes. Bevande rinfrescanti e dissetanti, perfette dopo la salita verso la malga.

 

   

 

 

Che ne dite?! Non vi abbiamo fatto venire fame?!

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Seguici su

 

Qualche suggerimento enogastronomico

Le nostre recensioni ...

Facebook Box

 
 

Scrivici